Patacche di Serrone

LA STORIA
La tradizione gastronomica del territorio di Serrone ha un richiamo ed un legame strettissimo con la vita dei campi. Tra i primi piatti rinomate sono le Patacche, un tipo di pasta fresca dal formato lungo preparato con farina di grano, acqua ed un pizzico di sale, senza l’aggiunta dell’uovo. L’impasto viene steso con il mattarello, localmente denominato “jo stennareglio”, e tagliato a mano in modo grossolano.
Il piatto tradizionale prevede il condimento con salsa di pomodoro e basilico fresco, ma negli ultimi anni sono state proposte molte varianti: con funghi porcini, con sugo di carne di pecora, tartufo e guanciale.
Ogni anno, nel mese di luglio, si svolge la Sagra della Patacca e della Passerina.

IL PRODOTTO
La Patacca ha un colore chiaro omogeneo e si contraddistingue per l’alta integrità dopo la cottura. L’elevata intensità olfattiva si caratterizza per le note di cereali e farina abbinata ad un leggero sentore tostato. Al gusto si presenta armonicamente dolce con una leggera nota salata. Buona la consistenza e l’elasticità.

Rappresentazione grafica del profilo organolettico